VIR - Voucher Infrastrutture di Ricerca

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Unione Europea
Stato
Aperto
Oggetto del bando
Voucher alle imprese per l’acquisizione di servizi qualificati e specialistici per la ricerca e innovazione presso Infrastrutture di Ricerca pubbliche e private (IR).
POR FESR 2014-2020
Piano Riparti Piemonte- Misura n.105- Ricerca e innovazione
Emergenza COVID-19: la Regione Piemonte ha istituito una specifica linea di intervento per affrontare l'emergenza sanitaria in corso. Le domande possono essere presentate a partire da lunedì 4 maggio 2020.
Domande dal
Scadenza
Temi
Sviluppo
Rivolto a
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Risorse
FESR

Procedura

Avviso di procedura presso Finpiemonte

NEW! Determina Dirigenziale del 23/12/2020 n.501 Integrazioni al bando e proroga:

  • paragrafo 2.2 “Interventi ammissibili” come ultimo periodo è aggiunta la seguente previsione: ”Le domande di agevolazione sulla linea “Emergenza COVID-19” relative alle mascherine di comunità dovranno osservare le indicazioni tecniche dettagliate nelle Linee guida regionali per standard di qualità per la produzione di Mascherine Filtranti, a livello regionale, per i cittadini, nei casi in cui non vi sia l’obbligo di utilizzo di mascherine chirurgiche o di dispositivi di protezione individuale , approvate con DGR n. 19-2186 del 30 ottobre 2020, e riguardare le tipologie di prove e i test ivi previsti”;
  •  paragrafo 2.6 Regime e intensità di aiuto  sono aggiunte dopo le parole “(in GUUE L 352 del 24 dicembre 2013)” le seguenti parole: “come prorogato dal Regolamento (UE) n. 2020/972 della Commissione del 2 luglio 2020 che modifica il regolamento (UE) n. 1407/2013 per quanto riguarda la sua proroga e il regolamento (UE) n. 651/2014 per quanto riguarda la sua proroga e gli adeguamenti pertinenti” (in GUUE L 215 del 7 luglio 2020)”;
  • Allegato B –Riferimenti normativi, sub “Regolamenti e normativa europea per gli aiuti di Stato”, primo punto, dopo le parole “de minimis”  sono aggiunte le seguenti parole: “come prorogato dal Regolamento (UE) n. 2020/972 della Commissione del 2 luglio 2020 che modifica il regolamento (UE) n. 1407/2013 per quanto riguarda la sua proroga e il regolamento (UE) n. 651/2014 per quanto riguarda la sua proroga e gli adeguamenti pertinenti” (in GUUE L 215 del 7 luglio 2020)”;
  • proroga della  data di chiusura dello sportello al 30/06/2021 alle ore 12.00.

___________________________________________________________________________

IL BANDO VI-R VOUCHER ALLE IMPRESE nel perseguire l’obiettivo specifico del POR FESR 2014-2020 di Regione Piemonte “Potenziamento della capacità di sviluppare l’eccellenza nella R&I”, si propone, attraverso l’erogazione di voucher alle imprese per l’acquisizione di servizi specialistici e qualificati per la ricerca e innovazione, di stimolare la domanda di ricerca e innovazione delle imprese piemontesi, sostenendo le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze e i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative. Sono ammissibili a finanziamento le proposte di acquisizione di servizi qualificati e specialistici di supporto alla ricerca, sviluppo e innovazione, finalizzati ad accrescere il grado di innovazione tecnologico delle PMI, coerenti alle aree prioritarie e alle traiettorie tecnologiche definite dalla Strategia di specializzazione intelligente regionale e contrattualizzate dopo la pubblicazione del presente Bando sul BURP e non ancora portate materialmente a termine o completamente attuate prima della presentazione della domanda, ai sensi dell’art. 65, comma 6 del Regolamento (UE) n. 1303/2013. I servizi per la ricerca e innovazione devono rientrare in una delle seguenti tipologie:

A - Servizi tecnici per la sperimentazione di prodotti e processi migliorati e/o innovativi

B - Servizi di supporto alla certificazione avanzata (Test e prove di laboratorio)

C - Messa a disposizione di attrezzature

D- Servizi qualificati specifici a domanda collettiva

L’agevolazione sarà concessa ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli art. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis” (in GUUE L 352 del 24 dicembre 2013), sotto forma di contributo a fondo perduto da un minimo di 20.000,00 euro a un massimo di 200.000,00 euro a copertura massima del 70% delle spese ammissibili.

___________________________________________________________________________

EMERGENZA COVID-19 (Vedere gli atti in questa scheda nella sezione ALTRI LINK): sono ammissibili a contributo i progetti finalizzati a fronteggiare l’emergenza COVID 19, con specifico riferimento ai servizi per la ricerca e innovazione e dichiarazione di conformità di dispositivi medici, di protezione individuale (quali occhiali, visiere, mascherine, guanti, tute di protezione, etc.) e ogni altro componente a supporto delle esigenze emerse a seguito dell’emergenza sanitaria, mediante l’acquisizione di una o più delle tipologie di servizi previsti dal bando e/o in particolare di test per la dichiarazione di conformità di tali presidi e il relativo rilascio della certificazione. Con riferimento alla linea di intervento Emergenza Covid-19 l’agevolazione sarà concessa, a copertura del 100% dei costi ammissibili, da un contributo minimo di 1.500,00 euro a un massimo di 10.000,00 euro. Le domande possono essere presentate a partire da lunedì  4 maggio 2020.

Chiarimenti

FAQ - VIR
Documento PDF - 61.3 KB

Possono presentare domanda di accesso all’agevolazione le piccole e medie imprese (PMI), in forma singola.

Per i "servizi qualificati specifici a domanda collettiva" la domanda deve essere presentata da un soggetto giuridico, già esistente, costituito prevalentemente da PMI e largamente rappresentativo di uno specifico settore produttivo e/o tecnologico su base regionale e/o provinciale per lo sviluppo di progetti di ricerca collettivi finalizzati al soddisfacimento di specifici bisogni degli associati e al successivo trasferimento e diffusione dei risultati (ad es. Associazione di categoria, Consorzio o Società consortile, Rete-soggetto ai sensi della Legge n. 134/2012).

Ciascun proponente può presentare una o più domande: per ciascuna domanda può essere richiesta una sola tipologia di servizi.

I fornitori dei servizi possono essere le infrastrutture di ricerca pubbliche e private, come definite dal Regolamento (UE) n. 651/2014, appartenenti a soggetti pubblici o privati, imprese o organismi di ricerca, ad accesso aperto, garantito da modalità e condizioni di mercato trasparenti e non discriminatorie e con tipologia di erogazione e prezzi definiti, che rispondono alle caratteristiche espresse al punto 2.5 del Bando.

Dotazione complessiva di euro 10.000.000,00 di cui 1.000.000,00 per la Linea Emergenza COVID-19  (DGR n.6-1213 del 10 aprile 2020, DD n 103 del 28 aprile 2020)

Le domande dovranno essere presentate a partire dal 29 luglio 2019.

EMERGENZA COVID-19 dal 4 maggio 2020 via internet, compilando il modulo telematico reperibile all’indirizzo: http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive…-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande.

Lo sportello per la presentazione delle domande rimarrà aperto fino ad esaurimento della dotazione finanziaria stabilita e comunque non oltre il 30 giugno 2021.
Sono previsti i seguenti allegati obbligatori:
- preventivo dettagliato di spesa reso dal fornitore infrastruttura di ricerca;
- attestazione dell’infrastruttura di ricerca del possesso dei requisiti previsti del bando (come da modello di cui all’ Allegato C del presente Bando);
- dichiarazione “de minimis”.

Per approfondimenti si rinvia al punto 3.1 del Bando

Informazioni e chiarimenti sui contenuti del Bando e sulle le modalità di presentazione delle domande potranno essere richiesti a:

-   Finpiemonte S.p.A. tramite il form di richiesta presente all’indirizzo web www.finpiemonte.it/urp, oppure chiamando il numero 011/57.17.777 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00.
-   CSI Piemonte all’indirizzo e-mail gestione.finanziamenti@csi.it oppure al numero 011.0824407 per assistenza tecnica sull’utilizzo del sistema di presentazione online delle domande.