PSR 2014-2020 – Op. 16.7.1 Attuazione di strategie locali per le aree interne

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Unione Europea
Stato
Scaduto
Oggetto del bando
Con Determinazione Dirigenziale n. 742 del 27/10/2020, il termine ultimo per la presentazione delle domande di sostegno per la Fase 1 del Bando 1/2020, originariamente previsto per il 30/10/2020, è stato posticipato alle ore 23.59 del 30 novembre 2020.
Domande dal
Scadenza
Temi
Agricoltura
Rivolto a
Imprese e liberi professionisti
Risorse
FEASR/PSR

Procedura

Bando

Il bando sostiene azioni collettive realizzate da un partenariato pubblico-privato per l’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI). Le iniziative sono circoscritte alle aree interne di cui alla Sez. 8.1 - “Partecipazione alla strategia nazionale per le aree interne” del PSR 2014-2020 (“Valli Maira e Grana”, “Valle Ossola”, “Valli di Lanzo” e “Valle Bormida”).

Il bando sostiene interventi da realizzare in due fasi:

- Fase 1 (Elaborazione delle strategie di sviluppo locale): costituzione di un partenariato fra operatori pubblici e privati per l'elaborazione e la presentazione di uno studio finalizzato a valutare fattibilità, costi e tempistiche di progetti di sviluppo locale per l’attuazione della strategia nazionale per le aree interne;

- Fase 2 (Attuazione della strategia di sviluppo locale): elaborazione e presentazione di un progetto di dettaglio degli interventi di svilupo locale che si intendono realizzare e la relativa attuazione.
Le due fasi sopra descritte sono conseguenti l’una all’altra temporalmente.

Possono partecipare alla Fase 2 del Bando solo i partenariati rappresentati da un Capofila ammesso a finanziamento per la Fase 1

Gruppi di cooperazione composti da: a) enti pubblici territoriali o altri organismi di diritto pubblico; b) PMI che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi e delle priorità della politica di sviluppo rurale (comprese le loro associazioni e le organizzazioni interprofessionali); c) operatori delle filiere agricole e forestali, compresi i loro consorzi e le loro associazioni.

Il Gruppo di cooperazione deve necessariamente includere almeno una delle Unioni Montane o delle Unioni dei Comuni presenti nell’Area interna, che assume il ruolo di Capofila. Il Gruppo di cooperazione deve, inoltre, obbligatoriamente comprendere almeno un soggetto di cui alle lettere b) o c).

10.000.000€

La domanda di sostegno è predisposta e presentata esclusivamente in formato digitale attraverso il servizio “PSR 2014-2020”, pubblicato sul portale www.sistemapiemonte.it, nella sezione “Agricoltura”. Le Aree interne devono essersi costituite in partenariati, definiti “Gruppi di cooperazione”. Il Gruppo di cooperazione deve necessariamente includere almeno una delle Unioni Montane o delle Unioni dei Comuni presenti nell’Area interna che assume il ruolo di Capofila. Il Capofila presenta la domanda di sostegno in nome e per conto di tutti i componenti del Gruppo di Cooperazione e assume la funzione di coordinamento generale.

Sia per poter presentare la domanda di sostegno, sia per fare parte del gruppo di Cooperazione (partecipante) occorre essere iscritti all’Anagrafe agricola del Piemonte ed aver costituito il fascicolo aziendale, ai sensi del D.lgs n. 173/98 e del DPR n. 503/99. Nel caso il richiedente o ciascuno dei partecipanti diversi dal Capofila siano già iscritti in anagrafe, il fascicolo aziendale di ciascuno di essi dovrà in ogni caso essere aggiornato almeno alla data del 31/12/2019.

A17000 – Agricoltura e cibo

A1706B – Servizi di sviluppo e controlli per l’agricoltura

Paolo Aceto | paolo.aceto@regione.piemonte.it | 0114326161 - 0114322509

D.D. n.434 del 06.07.2020
Documento PDF - 1.56 MB