Progetto Bottega scuola 2022-2023

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Oggetto del bando
Progetto Bottega scuola 2022-2023. Approvazione bando per la presentazione delle candidature delle imprese artigiane con riconoscimento di eccellenza artigiana ad ospitare tirocini quali botteghe scuola.
Domande dal
Scadenza
Temi
Sviluppo
Rivolto a
Imprese e liberi professionisti
Risorse
Risorse regionali

Procedura

Bando

La Regione Piemonte sostiene il progetto Bottega scuola 2022-2023 per favorire la trasmissione ai giovani delle conoscenze tecniche, delle competenze e delle abilità di lavoro manuale, attraverso tirocini presso le imprese artigiane in possesso di riconoscimento di eccellenza artigiana.

Nel presente bando è previsto il coinvolgimento di 228 imprese artigiane del settore manifatturiero e alimentare, in possesso del riconoscimento di eccellenza artigiana, disposte a ospitare come botteghe scuola altrettanti tirocinanti di età compresa tra i 18 e i 29 anni, disoccupati o inoccupati, con obbligo scolastico assolto.

1. Sono ammesse a candidarsi al progetto Bottega scuola 2022-2023 le imprese:

  • attive e aventi sede operativa in Piemonte;

  • annotate nella sezione Artigiani del Registro imprese delle Camere di commercio del Piemonte;

  • in possesso di riconoscimento di eccellenza artigiana;

  • in possesso dei requisiti richiesti per l'attivazione dei tirocini formativi (D.G.R. n. 85-6277del 22/12/2017);

  • non soggette a procedure concorsuali secondo la normativa vigente;

  • in regola con i versamenti contributivi e previdenziali (DURC).

2. I requisiti previsti devono essere mantenuti fino alla data di conclusione del tirocinio formativo.

3. Le imprese artigiane che hanno partecipato a precedenti edizioni del progetto Bottega scuola possono presentare la candidatura al presente Bando se non hanno conseguito un giudizio negativo nella valutazione da parte del soggetto gestore.

Compensi alle imprese artigiane che ospitano tirocinanti di € 300,00 (oneri fiscali compresi) mensili, per un periodo di 6 mesi.

Indennità di partecipazione ai tirocinanti di € 450,00 (oneri fiscali compresi) mensili, per un impegno di 30 ore settimanali, per un periodo massimo di 6 mesi.

1. La candidatura per la partecipazione al progetto Bottega scuola 2022-2023 viene presentata dalle imprese artigiane in possesso del riconoscimento di eccellenza artigiana, compilando il modulo Allegato B  al presente bando, reperibile e scaricabile dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte sul sito istituzionale della Regione Piemonte: www.regione.piemonte.it/web/temi/sviluppo/artigianato.

2. La candidatura va trasmessa dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, 8 settembre ore 9.00, ed entro le ore 18.00 del 28 settembre 2022, via PEC a: artigianato@cert.regione.piemonte.it

3. La domanda deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa artigiana e corredata da copia del documento di identità del sottoscrittore, a pena di inammissibilità della domanda stessa.

4. La domanda è soggetta al pagamento dell’imposta di bollo di euro 16,00 ai sensi del DPR 642/1972. Nella domanda viene dichiarato il numero identificativo (seriale) della marca da bollo apposta sulla domanda, annullata e conservata 

presso l’impresa per almeno 5 anni successivi alla chiusura del progetto.

5. Nella domanda l’impresa dichiara ai sensi del DPR445/2000 i propri elementi identificativi e quanto segue:

  • di essere attiva e avere sede operativa in Piemonte;

  • l’annotazione della qualifica di impresa artigiana nel registro imprese di CCIAA del Piemonte;

  • il possesso del riconoscimento di eccellenza artigiana; il possesso dei requisiti richiesti per l’attivazione dei tirocini formativi di cui alla D.G.R. n. 85-6277 del 22/12/2017;

  • di non essere soggetta a procedure concorsuali secondo la normativa vigente;

  • di essere in regola con i versamenti contributivi e previdenziali (DURC);

  • l’assolvimento dell’imposta di bollo.

Ai fini dell’eventuale graduatoria, in caso il numero di candidature ammissibili sia superiore al numero di tirocini disponibili (228), dichiara inoltre:

  • se ha attivato tirocini nelle precedenti edizioni del progetto Bottega scuola e di non aver conseguito, in tal caso, una valutazione negativa da parte del soggetto gestore;

  • la struttura aziendale (n. componenti);

  • se ha attualmente nel proprio organico, inserito informa stabile, giovane/i che ha/hanno fatto l’esperienza di tirocinio nell’ambito del progetto Bottega scuola;

  • se ha interesse ad eventuale trasformazione dell’esperienza di tirocinio in inserimento in forma stabile nell’azienda, allegando in tal caso apposita relazione dalla quale emerga una potenziale tensione occupazionale;

  • eventuale segnalazione di tirocinante da ospitare, allegando in tal caso il modello di segnalazione di tirocinante - Allegato D al presente bando.

6. Il giovane segnalato dall’impresa deve comunque, come tutti i giovani che vogliono candidarsi per un tirocinio, presentare la propria candidatura al soggetto gestore, compilando il modulo Allegato E al presente bando, reperibile e scaricabile sul sito: www.bottegascuolapiemonte.it.

7. L’ammissione al progetto Bottega scuola è soggetta a decadenza qualora le dichiarazioni rese risultino false.

8. L’impresa indica nella domanda un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido per le comunicazioni inerenti al bando.

9. Alla domanda dell’impresa sono allegati:

  • copia documento di identità del dichiarante;

  • modello di segnalazione di tirocinante (solo in caso di segnalazione di giovane): Allegato D al presente bando;

  • copia documento di identità del tirocinante segnalato (solo in caso di segnalazione di giovane);

  • Relazione sulla potenziale tensione occupazionale dell'impresa (solo in caso di interesse ad eventuale trasformazione dell’esperienza di tirocinio in inserimento in forma stabile nell’azienda: a titolo esemplificativo e non esaustivo possono essere utilizzati come indicatori: l’aumento del fatturato negli ultimi tre anni, la presenza di posizioni lavorative per persone che nel breve periodo si ritireranno dal lavoro, segnali di un ampliamento del giro d'affari dell'azienda (apertura di una nuova unità operativa, realizzazione di una nuova o diversa linea produttiva/prodotto/servizio), la prevista realizzazione di investimenti in macchinari impianti e attrezzature, la partecipazione a iniziative di agevolazione pubblica a progetti di investimento, la partecipazione a progetti/programmi collegati a un'espansione del mercato (ad esempio di internazionalizzazione o di vendita dei propri prodotti tramite piattaforme e-commerce).

- INFORCOOP ECIPA PIEMONTE S.C.R.L. ai seguenti riferimenti:

tel. 011.5187362 – 337.1189949 Giovanna Gangarossa – 340.0608409 Patrizia Spadaro

e-mail: bottegascuolapiemonte@gmail.com

referenti: Giovanna Gangarossa – Patrizia Spadaro

Orari: dal lunedì al giovedì, ore 9.00/13.00 – 14.00/18.00; venerdì ore 9.00/13.00 – 14.00/17.00

- il Settore Artigianato della Regione Piemonte ai seguenti riferimenti: Dott. Luigi Marini