Finanziamento per la realizzazione dei progetti di riqualificazione dei corpi idrici

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Oggetto del bando
Bando pubblico 2020 per la selezione ed il finanziamento dei progetti di riqualificazione dei corpi idrici
Domande dal
Scadenza
Temi
Ambiente e Territorio
Rivolto a
Enti pubblici
Risorse
Risorse regionali

Procedura

Bando

Bando pubblico per la selezione dei progetti di riqualificazione dei corpi idrici piemontesi al sensi della DGR 15-475 del 8/12/2019.

Il presente bando si propone l’obiettivo di finanziare interventi di riqualificazione dell’ecosistema fluviaIe. Il finanziamento è destinato a enti locali e Parchi piemontesi per riqualificare i fiumi e i laghi e le loro aree circostanti, attraverso interventi che vedano coinvolta anche la società civile.
Le risorse verranno assegnate mediante bando pubblico a Province, Città metropolitana di Torino, Comuni singoli o associati, soggetti gestori delle aree naturali protette e dei siti Natura 2000.
Ciascun proponente può presentare, anche in forma associata, fino a due domande di finanziamento per interventi di riqualificazione di fiumi e laghi, nonché delle importantissime aree limitrofe, attraverso una serie di interventi previsti nel Piano di Tutela delle Acque, quali ad esempio: fasce boscate riparie agroforestali, passaggi per i pesci, demolizione di sbarramenti ed opere trasversali non più in funzione, ripristino di aree umide, riduzione dell’artificialità di alvei e sponde, aumento della capacità di ritenzione naturale delle acque, misuratori di deflusso in alveo e strumentazione per la trasmissione dei dati di prelievo di acqua. Tali interventi contribuiranno al raggiungimento e mantenimento degli obiettivi di qualità delle acque piemontesi previsti dalla Direttiva Quadro della Comunità Europea. Il limite massimo finanziabile è fissato a 125 mila euro per progetto e per beneficiario. Nei casi in cui il progetto sia presentato in forma associata da più soggetti, potrà essere assegnato un importo massimo di 85 mila euro per ciascun beneficiario, fino ad un massimo di 850 mila euro.
ale e lacustre piemontese al fine  del mantenimento o recupero del buono stato di qualità delle acque superficiali e sotterranee, in conformità con i contenuti della pianificazione di settore distrettuale e regionale: il Piano di gestione del distretto idrografico del fiume Po (PdG Po‐2015) ed il Piano di tutela delle acque (PTA) identificano il reticolo significativo, le pressioni prevalenti, lo stato di qualità delle acque superficiali e sotterranee e le misure necessarie per il loro risanamento.

Le finalità degli interventi ammessi devono essere coerenti con quanto disposto all'art. 21 del regolamento regionale 15/R del 2004, che vincola la destinazione del finanziamento erogato con il presente bando alle attività regionali di attuazione del Piano di tutela delle acque.

Enti locali, nello specifico i Comuni in forma singola o associata, ad esclusione degli Enti di   governo di Ambito Territoriale Ottimale (EgATO), le Province e la Città Metropolitana, oltre agli Enti gestori delle aree naturali protette e dei siti della rete Natura 2000.

Somma totale stanziata per l’intero finanziamento pari ad € 2.710.000,00

Le domande devono essere presentate in modalità elettronica entro le ore 12 del 4 giugno 2020.

Le domande devono essere inviate esclusivamente alla casella PEC territorio‐ambiente@cert.regione.piemonte.it, citando ad oggetto: “Programma di finanziamento PTA 2020”.

La domanda si intende presentata sulla base della “ricevuta di avvenuta consegna” rilasciata dal sistema di posta elettronica certificata.

La domanda deve essere predisposta nel formato elettronico pdf/A secondo lo schema allegato

Tutela delle acque

DD n. 551 del 13.11.2019.pdf
Documento PDF - 310.65 KB
Schema bando 2020
Documento PDF - 212.74 KB
Proroga termini presentazione domande
Documento PDF - 72.79 KB