Finanziamento attività dei Centri Antiviolenza e delle Case Rifugio esistenti

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Oggetto del bando
Finanziamenti delle attività svolte dai Centri Antiviolenza e dalle Case Rifugio esistenti sul territorio regionale, a favore delle donne vittime di violenza, sole, con o senza figli e figlie
Domande dal
Scadenza
Temi
Diritti
Rivolto a
Enti pubblici
Terzo settore
Risorse
Risorse statali
Risorse regionali

Procedura

Bando

Gli interventi, attraverso l’accesso a finanziamenti disposti dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM 9.11.2018) e dal fondo regionale, sostengono la prosecuzione delle attività svolte dai Centri Antiviolenza e delle Case Rifugio esistenti sul territorio regionale

Le attività oggetto di finanziamento sono descritte nell’allegato 1) del bando.

Il termine entro il quale presentare le istanze secondo le modalità indicate negli allegati 1), 2) e 3) del bando è fissato per il 10 settembre 2019.

Le attività e gli interventi che saranno oggetto di finanziamento potranno realizzarsi sino al 31.10.2020, purché le spese ammissibili siano state effettuate a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del bando.

I soggetti beneficiari del finanziamento dovranno presentare la rendicontazione  attestante le spese sostenute e gli interventi realizzati entro il 15.11.2020.

  • Centri Antiviolenza  e Case Rifugio esistenti regolarmente iscritti all’albo regionale al 30 giugno 2019
  • Comuni e/o soggetti gestori delle funzioni socio-assistenziali di cui alla legge regionale 8 gennaio 2004, n. 1 (Norme per la realizzazione del sistema regionale integrato di interventi e servizi sociali e riordino della legislazione di riferimento)
  • Associazioni e organizzazioni operanti nel settore del sostegno e aiuto alle donne vittime violenza, in possesso dei requisiti di cui alla L.R. 4/2016, del DPGR n.10/R del  7.11.2016  e dell’Intesa CU n. 146 del 2014

Stanziamento complessivo: € 857.911,20 di cui:

  • € 401.060,00 per attività dei Centri Antiviolenza esistenti 
  • € 75.791,12 per attività di sportelli/punti di ascolto collegati ai Centri Antiviolenza esistenti 
  • € 381.060,08 per le Case Rifugio esistenti

Le domande possono essere inoltrate fino alle ore 24.00 del 10/09/2019 nel modo seguente:

invio della scansione della domanda, in formato PDF – PDF/A, da un indirizzo di PEC (Posta Elettronica Certificata) al seguente indirizzo PEC: 

famigliaediritti@cert.regione.piemonte.it

indicando in oggetto: 

“LR 4/2016. Richiesta finanziamenti  per  la prosecuzione delle attività dei Centri Antiviolenza , sportelli e punti di ascolto collegati ai medesimi Centri, e Case Rifugio esistenti”.

A1513B - Settore Politiche per le famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale

Elda Cappiello– tel. 011/432-3326– elda.cappiello@regione.piemonte.it

Criteri per l'accesso ai finanziamenti
Documento PDF - 573.86 KB
Modello per istanza
Documento Word - 101 KB
Scheda informativa trattamento dati
Documento PDF - 65.89 KB