Difesa del bestiame e risarcimento danni da predazioni da grandi carnivori - Bando 2/2022

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Oggetto del bando
D.G.R. 29 aprile 2022, n. 25-4960. Legge regionale 1/2019. Disposizioni, per il 2022, a sostegno dei costi per la difesa del bestiame e il risarcimento dei danni causati dalle predazioni da grandi carnivori al patrimonio zootecnico piemontese.
Bando n. 2/2022 – contributi per l’attuazione di misure di prevenzione.
Domande dal
Scadenza
Temi
Agricoltura
Rivolto a
Imprese e liberi professionisti
Risorse
Risorse regionali

Procedura

Bando

Il bando n. 2/2022 della Regione Piemonte a favore degli allevatori di ovini, caprini, bovini, equini a sostegno dei costi per la difesa del bestiame dalle predazioni da grandi carnivori selvatici tramite l’attuazione di misure di prevenzione.

L’aiuto è riconosciuto agli allevatori che adottano le misure preventive di cui all’allegato 1 della DGR 29 aprile 2022, n. 25-4960:

a) recinzioni per il ricovero notturno dimensionate in relazione al numero di capi secondo una delle tipologie descritte all’art. 8 di cui all’allegato 1 della DGR 29 aprile 2022, n. 25-4960 o provvedere alla stabulazione notturna degli animali;

b) almeno due cani da guardiania (i cani devono essere iscritti all’anagrafe canina ed essere afferenti esclusivamente alle razze: Cane da pastore Maremmano-Abruzzese, Cane da montagna dei Pirenei); c) custodia degli animali da parte dell’allevatore, della famiglia o di suo personale ovvero recinzioni per l’intera area di pascolamento secondo una delle tipologie descritte all’art. 8 di cui all’allegato 1 della DGR 29 aprile 2022, n. 25-4960;

d) dissuasori faunistici che rilevano l’avvicinamento di animali e persone alle zone di ricovero/pascolo.

Gli allevatori per poter accedere all’aiuto per la prevenzione devono obbligatoriamente assicurare la prescrizione di cui alla lett. c) e devono aver messo in atto almeno uno dei sistemi di difesa di cui alle lett. a) o b).

Gli allevatori si impegnano, in caso di controllo in loco, a dimostrare il possesso dei sistemi di prevenzione adottati o documentazione relativa all’utilizzo degli stessi durante il periodo di pascolamento

L’ammontare del premio non potrà comunque superare il tetto massimo di 3.000,00 euro e potrà subire delle riduzioni sulla base delle disposizioni dell’art. 10 dell’allegato alla DGR 29 aprile 2022, n. 25-4960

Hanno diritto agli aiuti gli allevatori di ovini, caprini, bovini, equini o altre specie di interesse zootecnico che esercitano il pascolo sul territorio della Regione Piemonte, iscritti all’Anagrafe Agricola regionale che adottano le misure di prevenzione previste per la stagione di pascolo 2022.

€ 585.250,64

Accesso tramite Sistemapiemonte

Direzione Agricoltura e cibo

Settore Produzioni agrarie e zootecniche

RASETTO PAOLA - 0114323775

PARZANESE EMANUELE - 0114325117