CSR 2023-2027. Intervento SRD05. Azione SRD05.2 Impianto di arboricoltura a ciclo medio-lungo con specie tartufigene su superfici agricole

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Unione Europea
Stato
Aperto
Oggetto del bando
L’intervento SRD05 del PSP 2023-2027, in attuazione degli artt. 73 e 74 del Reg. (UE) 2115 del 2 dicembre 2021, sostiene, attraverso l’erogazione di un sostegno che copre in tutto o in parte i costi sostenuti per la realizzazione degli impianti, l’imboschimento di terreni agricoli con l’utilizzo di specie legnose adatte alle condizioni stazionali e climatiche della zona interessata, nel rispetto di specifici requisiti ambientali.
L’Azione SRD05.2 Impianto di arboricoltura a ciclo medio-lungo con specie tartufigene sostiene la realizzazione di piantagioni arboree temporanee costituite da latifoglie tartufigene (anche con piante micorrizate), con funzioni sia ambientali che produttive (produzione di tartufi), di durata minima pari a 15 anni.
Domande dal
Scadenza
Temi
Ambiente e Territorio
Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Risorse
FEASR/PSR/CSR

Procedura

Bando

Il bando prevede il finanziamento di impianti di arboricoltura a ciclo medio-lungo con specie tartufigene, anche con piante micorrizate, realizzati con almeno 2 specie di latifoglie arboree, la meno abbondante delle quali costituisca almeno il 10% delle piante utilizzate nell’impianto.
L’aliquota di sostegno è calcolata come percentuale della spesa ammissibile, sotto forma di contributo in conto capitale, come di seguito indicato:
a) 100% per gli Enti pubblici o di diritto pubblico
b) 80% per gli imprenditori agricoli e gli altri soggetti privati
L’ammissibilità degli impianti è circoscritta alle "Aree a vocazione tartufigena" (attitudine media o alta alla produzione di tartufo bianco, nero o scorzone), individuate dalla Carta delle attitudini tartufigene del territorio piemontese.
Superficie minima per domanda: 1 ha in corpi da 0,25 ha; superficie massima: 15 ha.

Rettifiche

D.D. n. 396 del 23/05/2024
Documento PDF - 136.02 KB
Allegato A 
Documento PDF - 90.64 KB
Allegato C
Documento PDF - 76.56 KB
D.D. n. 486 del 20/06/2024
Documento PDF - 137.52 KB

Con DD 486 del 20/06/2024 il termine per la presentazione delle domande di sostegno è stato prorogato al 29 luglio 2024, ore 18:00:00.

Chiarimenti

Presentazione webinar 7 maggio 2024.
Documento PDF - 392.38 KB
FAQ
Documento PDF - 104.77 KB
FAQ 31/05/2024
Documento PDF - 77.04 KB

Registrazione webinar del 5 giugno sulle modalità di presentazione delle domande https://youtu.be/N-0mAqF1EZA

Possono presentare domanda di sostegno i proprietari o possessori, pubblici o privati e loro associazioni, nonché altri soggetti ed Enti di diritto pubblico o privato e loro associazioni, titolari della conduzione di superfici agricole.

600.000,00 euro

Trasmissione telematica esclusivamente attraverso l’apposito servizio on-line del Sistema Informativo Agricolo Piemontese (SIAP) “Sviluppo Rurale 2023-2027” su https://servizi.regione.piemonte.it/catalogo/sviluppo-rurale-2023-2027

Direzione A1600A - Ambiente, energia e territorio
Settore A1614A – Foreste

Cristina Magnani
011/4324465; cristina.magnani@regione.piemonte.it

Tartuficoltura_ALLEGATO VIII_UCS.pdf
Documento PDF - 50.88 KB
Tartufo_bianco_comuni_vocati.pdf
Documento PDF - 60.97 KB
Tartufo_nero_comuni_vocati.pdf
Documento PDF - 55.64 KB
Scorzone_comuni_vocati.pdf
Documento PDF - 61.49 KB
Autoattribuzione punteggio_Arb_Tartufigene.ods
application/vnd.oasis.opendocument.spreadsheet - 24.85 KB

Ogni progetto relativo a interventi di rinaturazione, ai sensi della “Direttiva per la definizione degli interventi di rinaturazione di cui all’art. 36 delle norme del PAI”, deve:

  • essere accompagnato da una scheda di sintesi, secondo il modello dell’Allegato 1 alla Direttiva, che classifica il progetto rispetto alle tipologie di cui ai commi 5 e 6 dell’art.3 della Direttiva stessa;
  • riportare le informazioni richieste negli elaborati elencati nell’Allegato 2 alla Direttiva, in funzione della tipologia di intervento e con un grado di approfondimento e di dettaglio commisurato alle finalità specifiche del singolo progetto.
Direttiva art 36 Linee guida
Documento PDF - 923.54 KB
Direttiva_art36_allegato1_4.pdf
Documento PDF - 322.87 KB
Direttiva_art36_allegato2_4.pdf
Documento PDF - 583.83 KB
Modello di prospetto analitico dei costi
application/vnd.oasis.opendocument.spreadsheet - 26.79 KB