Concessione di contributi negli interessi sui prestiti per il settore apistico

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Domande dal
Scadenza
Temi
Agricoltura
Rivolto a
Imprese e liberi professionisti
Risorse
Risorse regionali

Procedura

Bando

Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti contratti da imprenditori agricoli singoli od associati e dalle cooperative agricole per esigenze di conduzione aziendale per il settore apistico.

Concessione di contributi negli interessi sui prestiti della durata massima di 12 mesi. Il contributo regionale è quantificato nell’1% per le imprese ubicate in zona di pianura o di collina e nell’1,5% per quelle ubicate in zona di montagna.

Nel caso in cui almeno il 50% dell’importo del prestito sia assistito da garanzia prestata da confidi il contributo è aumentato di 0,30 punti percentuali.

Possono beneficiare dell’aiuto le piccole e medie imprese (PMI) condotte da imprenditori agricoli singoli od associati e dalle cooperative agricole in possesso dei requisiti di cui l’articolo 1 commi 1 e 3 del D.Lgs. n. 99/2004, operanti nel settore apistico, che:
 

·  abbiano sede operativa in Piemonte,

·  siano iscritte al Registro delle Imprese,

·  rispettino le norme in materia di previdenza agricola,

·  possiedano Partita I.V.A. per il settore agricolo,

·  abbiano costituito il fascicolo aziendale in Regione Piemonte,

·  abbiano effettuato regolare denuncia di possesso alveari all'Anagrafe apistica nazionale.
 

Gli aiuti possono essere concessi solo alle imprese che non rientrino nella categoria delle imprese in  difficoltà.

Possono beneficiare dell’aiuto anche le imprese che hanno presentato domanda sul “Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti contratti da imprenditori agricoli singoli od associati e da cooperative agricole per esigenze di conduzione aziendale ai sensi della L.R. n. 63/78 art. 50” approvato con la D.D. n. 253 del 23/03/2019.

Non possono beneficiare degli aiuti:

1. le imprese che non siano in regola con i versamenti contributivi. La regolarità è oggetto di autocertificazione ed è verificata, a campione, con l’acquisizione d’ufficio del DURC (Documento unico di regolarità contributiva). Viene fatta salva la possibilità della compensazione se prevista dalla normativa nazionale, nel quale caso è possibile erogare gli aiuti;

2. le imprese che non abbiano provveduto al versamento di somme per sanzioni e penalità varie irrogate dalla Regione, Città Metropolitana di Torino, Province, Unione di Comuni, AGEA ed ARPEA nell’ambito dell’applicazione di programmi comunitari, nazionali e regionali;

3. le imprese che non abbiano restituito somme non dovute percepite nell’ambito dell’applicazione di programmi comunitari, nazionali e regionali da parte della Regione, Città Metropolitana di Torino, Province, Unione di Comuni, AGEA ed ARPEA;

450.000,00 €

La spesa massima ammissibile a prestito annuale, compresa tra un minimo di € 5.000,00 ed un massimo di € 80.000,00, sarà calcolata moltiplicando il numero di alveari inseriti nel fascicolo aziendale, e riscontrabili all'Anagrafe apistica nazionale, per € 150,00. Sono previsti due rinnovi annuali.

Ai sensi del Regolamento (CE) N. 1408/2013, così come modificato dal regolamento (UE) 2019/316 del 21 febbraio 2019, l'importo complessivo degli aiuti “de minimis” concessi da uno Stato membro a un'impresa unica non può essere superiore a € 20.000,00 nell'arco di tre esercizi finanziari.

Direzione Agricoltura

A1707A - Settore Strutture delle imprese agricole e agroindustriali ed energia rinnovabile

A1711B - Attuazione programmi relativi alle Strutture delle aziende agricole e alle avversità atmosferiche

Adriano Favot | adriano.favot@regione.piemonte.it | 011.4322846

Flavio Gagliano | flavio.gagliano@regione.piemonte.it | 011.4324371

D.D. 30 settembre 2019, n. 909
Documento PDF - 56.67 KB

L.R. n. 63/78 art. 50. D.G.R. n. 11-5559 del 25/3/2013 - Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti per la conduzione aziendale. Approvazione bando 2019 per il settore apistico ed istruzioni operative