Bando per l’erogazione di contributi ai Comuni per il recupero dei beni confiscati previsti dalla L.R. 14/2007, art. 7 lett. a) – anno 2022-2023

Tipologia di contenuto
Contributi e finanziamenti
Stato
Aperto
Domande dal
Scadenza
Temi
Legalità
Rivolto a
Enti pubblici
Risorse
Risorse regionali

Procedura

Bando

La legge regionale 18 giugno 2007, n. 14 “Interventi in favore della prevenzione della criminalità e istituzione della ‘Giornata regionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie’”, all'articolo 7, comma 2, lettera a) prevede che la Regione, al fine di sostenere i progetti che prevedono il riutilizzo dei beni confiscati, interviene con l'erogazione di contributi per interventi volti a consentire il riutilizzo e la funzione sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata ed assegnati ai Comuni.

Sulla base di tali criteri e delle disponibilità del bilancio regionale per l’annualità 2022-2023, pari a complessivi Euro 900.000,00 il presente bando prevede le condizioni ed i requisiti necessari per beneficiare dei contributi da parte dei Comuni del Piemonte assegnatari di beni confiscati alle mafie che ne faranno richiesta.

Possono essere riconosciuti i contributi per:
a) spese connesse al recupero o all’adeguamento di beni volti a consentire il riutilizzo e la funzione sociale dei beni immobili confiscati;
b) spese relative a progetti sociali nei beni immobili confiscati destinati a fini sociali.

Per ciascun progetto ammesso è concesso un contributo regionale non superiore al 50% della spesa ritenuta ammissibile fino comunque ad un massimo di 50.000,00 euro per ciascun intervento.

Sono ammissibili a contributo le spese effettuate a partire dalla data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte e fino alla data del 30/09/2023 finalizzate alla realizzazione dei progetti.

Comuni assegnatari di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata alla data di presentazione della domanda.

Sono altresì ammesse le domande dei Comuni che hanno in corso le procedure di assegnazione del bene, purché le stesse si esauriscano entro novanta giorni dalla presentazione della domanda.

Le risorse regionali destinate alla erogazione dei contributi per complessivi euro 900.000,00 sono destinate:

- per Euro 120.000,00 per ciascun anno per l’annualità 2022-2023 per spese di parte corrente

- per Euro 330.000,00 per ciascun anno per l’annualità 2022-2023 per spese di parte conto capitale

La domanda di contributo e i documenti richiesti devono essere inoltrati esclusivamente mediante la compilazione del modello B e della scheda progettuale di cui al modello C e presentati obbligatoriamente mediante invio da pec al seguente indirizzo pec regionale:
commercioeterziario@cert.regione.piemonte.it

TUTTI I DOCUMENTI DEVONO ESSERE IN FORMATO PDF

Non inviare file zippati, ma procedere eventualmente a più invii separati.

L’oggetto della pec deve riportare la seguente dicitura: BANDO BENI CONFISCATI L.R. 14/2007 – ANNO 2022-2023 - COMUNE DI __________ .

Commercio e Terziario . Tutela dei consumatori

DD 189/A2009B/2022 del 29/07/2022
Documento PDF - 648.97 KB
A_BANDO
Documento PDF - 150.27 KB
B_DOMANDA
Documento Word - 73 KB
C_SCHEDA PROGETTUALE
Documento Word - 105 KB
D_RENDICONTO
Documento Word - 128 KB